RCI-Arctic, il Polo Nord in un'app

Written by on Venerdì 15 Aprile 2016



RCI-Arctic é l'esempio perfetto dell'utilità che può avere un'app di contenuti. Nata dal sito web Eye on the Arctic, l'app permette agli utenti di avere un'occhio su cosa succede al Polo Nord, il tutto in tempo reale. Con questa intervista al capo redazione Soleman Mellali, abbiamo avuto modo di conoscere meglio questa Beautiful App.

 







1/ Qual é stato il punto di partenza dell'avventura RCI-Arctic?

Il nostro sito Eye on the Arctic é un qualcosa di unico. Disponibile sia in francese che in inglese, propone articoli, interviste, reportage, immagini e video su questa parte del mondo spesso inaccessibile e poco conosciuta, ma estremamente interessante dal punto di vista ambientale e dei cambiamenti climatici, oltre che sul piano sociale ed economico.
I visitatori del sito web - pubblico generale, scienziati, ricercatori, specialisti etc... - hanno la possibilità di consultare i nostri contenuti, ma anche tutto il materiale che arriva direttamente dalla regione artica. Attualmente abbiamo 5 partner a fornirci informazioni sull'area geografica in questione: Alaska Dispatch News, Alaska Public Radio Network, Sweden Radio, Finland News e l'Independent Barents Observer, che copre Norvegia e Russia.

Per rendere i nostri contenuti pi'u accessibili, dovevamo superare questa barriera e permetterne la consultazione in modo più semplice e rapido. Il lancio dell'applicazione era decisamente il mezzo più efficace per poterlo fare.
 

2/ Perché avete deciso di passare su mobile?

I servizi su mobile offrono informazioni continuamente e in modo istantaneo. Creano un collegamento stabile con il pubblico. Basta poi pensare al fatto che tre quarti del pianeta possiede uno smartphone, il resto viene da sé. 

Con un'applicazione mobile la gente può consultare la nostra offerta in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo.

3/ Che consiglio dareste ai nostri lettori che stanno cercando di realizzare il loro progetto su mobile?

Fondamentalmente un'app non é niente se non é parte integrante di una strategia. Deve essere appunto all'interno di un'offerta globale.  Deve quindi permettere una navigazione comoda, piacevole, completa. Noi non avremmo mai creato un'app che permettesse agli utenti di leggere articoli senza dare ad esempio la possibilitá di ascoltare delle interviste o dei reportage o vedere dei video. 
Non bisogna poi dimenticare una cosa molto semplice: un'applicazione non dovrebbe essere riservata a un solo tipo di dispositivi, questo ridurrebbe drasticamente i vostri possibili obiettivi. Che sia da uno smartphone o da un tablet, l'app deve essere disponibile sempre e comunque su entrambi gli store (iOS e Android). 

Infine la parte per noi più importante é che il contenuto sia di qualità. Non basta aver dato vita all'app, bisogna offrire contenuti originali e di valore. É lí che bisogna investire i propri sforzi e il proprio tempo. Crea contenuti di un certo interesse per i tuoi utenti e la tua applicazione mobile sarà un trionfo.
 

4/ Perché avete scelto GoodBarber per questa avventura?

La nostra expertise non ci permette di progettare applicazioni, bensì fornire contenuti facilmente accessibili alla nostra audience. GoodBarber era quello che stavamo cercando, in quanto ci offre una soluzione semplice, flessibile, praticamente su misura e disponibile per differenti sistemi operativi. Lo strepitoso supporto tecnico é poi un punto in più, il vostro team é stato sempre al nostro fianco durante i nostri primi passi.
 

5/ Quali funzionalità vi hanno colpito particolarmente?

Sicuramente la possibilitá di scegliere il design e testare l'applicazione in tempo reale. Ovviamente anche la possibilità di offrire i nostri contenuti in diversi formati, oltre al poter accedere a tutte le statistiche.

 




<) not found.[endif]-->
CREA LA TUA APP







Inserisci la tua email