Crea un'app
Indietro

Reseller: Strategie di prezzo per l'agenzia

il

picture
Come reseller di GoodBarber, puoi creare un numero illimitato di app e rivenderle ai tuoi clienti. GoodBarber non interferisce con la tua strategia commerciale, sei libero di fatturare i tuoi servizi come desideri. Per aiutarti a massimizzare i tuoi profitti, ecco i nostri consigli per ottimizzare i prezzi. 

Quali fattori influenzano il valore dei tuoi servizi?
1/ Il mercato  
2/ La concorrenza  
3/ Il servizio fornito  
4/ Le funzioni 
5/ I tuoi costi operativi  

Come sviluppare la tua strategia di fatturazione?  
1/ I costi di creazione  
2/ Abbonamenti  
3/ Servizi aggiuntivi  


Quali fattori influenzano il valore dei tuoi servizi?

1/ Il mercato

La prima cosa da studiare è il mercato. Devi sapere quanto i tuoi clienti sono disposti a pagare per un'app: le tue tariffe saranno diverse a seconda delle disponibilità economiche della tua regione o paese. È particolarmente importante determinare con precisione il tuo target (ad esempio, le imprese molto piccole avranno budget più ridotti rispetto ai grandi clienti). Tuttavia, un'azienda molto piccola sarà più facile da raggiungere perché i tempi di decisione sono più brevi e le esigenze tecniche e normative saranno certamente meno drastiche che per i grandi gruppi. Il settore di attività può anche influenzare i prezzi che applicherai. 

2/ La concorrenza

Conoscere il tuo mercato di riferimento è un buon inizio, ma va da sé che dovresti anche conoscere la concorrenza. Se hai dei concorrenti nella tua zona, devi conoscere le loro tariffe e soprattutto, i servizi che offrono, perché una volta stabilite le tue tariffe, sarà difficile tornare indietro. Se la concorrenza è meno cara di te, devi essere pronto a valorizzare le differenze e le tue capacità. Se sei meno caro della concorrenza, dovrai essere in grado di spiegare da dove viene questa differenza di prezzo. Fai attenzione: vendere un prodotto equivalente alla concorrenza ad un prezzo molto più basso non porta sempre al successo. Il tuo cliente potrà avere dei dubbi sulla qualità del tuo lavoro. Inoltre, puoi perdere un margine più alto senza rendertene conto. L'analisi della concorrenza è quindi fondamentale per un rivenditore, soprattutto se sei nuovo nel business.

3/ Il servizio fornito

Come abbiamo visto prima, a volte possono esserci differenze di prezzo con la tua concorrenza, che dovrai giustificare. Ecco perché è fondamentale sapere quale livello di servizio puoi offrire. I tempi di lavoro sono un fattore critico nel determinare una tariffa come fornitore di servizi: più tempo passi a costruire le app dei tuoi clienti o a promuoverle, più alte dovrebbero essere le tue tariffe. Il lato positivo di GoodBarber è che ti permette di essere flessibile su questo valore. Infatti, dato che ti facciamo risparmiare molto tempo per la creazione di un'app, puoi optare per una tariffa più bassa. Ma fai attenzione a non svendere la tua competenza: non devi vendere servizi ad un prezzo scontato solo perché usi un App-Builder, devi anche valorizzarti.

4/ Le funzioni

Lo diciamo spesso, ma ci piace ripeterlo ;) GoodBarber offre oltre 500 funzioni, compreso un catalogo di add-on. Puoi approfittare di questa struttura tecnica per offrire diverse fasce di prezzo. Alcune funzionalità possono richiedere tempo o un savoir-faire speciale e, in questo caso,  i costi dovrebbero essere adattati in base a ciò che offri. Inoltre, come sai, un'app può essere pubblicata su 3 piattaforme contemporaneamente: Web (Progressive Web App), Play Store (Android) e App Store (iOS). La pubblicazione sugli store richiede uno sforzo maggiore rispetto alla pubblicazione sul web. Se chiedi un costo aggiuntivo per la pubblicazione negli Store, i clienti potranno scegliere per cosa pagare.

5/ I tuoi costi operativi

Come detto sopra, il tuo prezzo dovrebbe essere basato sul mercato e non sui costi. L'errore comune che ogni azienda fa è quello di calcolare un costo e applicare un margine. Questa non è una buona strategia: se non studi il mercato, puoi perdere punti di margine se sei troppo economico, oppure puoi scoprire che sei troppo caro. In breve, il tuo mercato determina il tuo prezzo di vendita. Tuttavia, devi conoscere precisamente la tua struttura dei costi per evitare di perdere soldi. Hai principalmente dei costi fissi da assorbire (costi di struttura, stipendi, abbonamento a GoodBarber e altri software, pubblicità). Puoi anche avere dei costi variabili (fornitori esterni e freelance). Confrontando questa analisi dei costi con i prezzi di mercato, avrai la visione completa per determinare i tuoi prezzi di vendita.

Come sviluppare la tua strategia di fatturazione?  

Dopo aver passato in rassegna i principali fattori che possono influenzare il livello dei tuoi prezzi, ecco i diversi modi di fatturare ai tuoi clienti. Le 3 strategie seguenti possono essere combinate. Dipende da te!
 

1/ I costi di creazione

La risorsa principale del tuo business è costruire app per persone che non hanno necessariamente tempo o voglia di farlo. Quindi, a prescindere da quanto tempo dedichi alla costruzione dell'app, dovrai iniziare a lavorarci. Una pratica comune è quella di far pagare un compenso non appena si crea l'app per il cliente. Infatti, la maggior parte del lavoro viene fatto all'inizio. Alcune app richiederanno poco tempo, altre saranno più complesse e più lunghe da lanciare. Naturalmente, regolerai i tuoi prezzi in base alla complessità. Anche in questo caso, una buona pratica è quella di far pagare una tariffa "a scaglioni" a seconda delle opzioni richieste. Naturalmente, puoi decidere di fermarti qui e non far pagare nulla dopo la creazione. 

2/ Abbonamenti

Anche se hai fatto pagare una tassa per creare l'app, puoi comunque offrire un sistema di abbonamento (mensile o annuale) ai tuoi clienti. Questo ha 2 vantaggi principali. In primo luogo, come abbiamo visto sopra, la struttura dei tuoi costi sarà per lo più fissa. Far pagare gli abbonamenti ai tuoi clienti ti garantirà di recuperare parzialmente o completamente i tuoi costi fissi. In questo modo, non dovrai necessariamente acquisire nuovi clienti ogni mese. In secondo luogo, ti impegni in una relazione a lungo termine con i tuoi clienti. Per giustificare un abbonamento, è sufficiente spiegare che qualsiasi infrastruttura IT richiede spese di hosting e di manutenzione, e tutto ciò ha un costo. Naturalmente, puoi anche integrare dei servizi opzionali nel tuo abbonamento (aggiornare il design un tot di volte all'anno, inviare un tot di Push al mese, integrare immagini e/o prodotti per il cliente...)

3/ Servizi aggiuntivi

Oltre alle 2 opzioni di fatturazione citate qui sopra, i reseller spesso dimenticano che possono far pagare i servizi aggiuntivi. Infatti, che tu stia usando la tecnica dei prezzi "a scaglioni" o meno, ci sono molte opportunità di vendere servizi aggiuntivi ai tuoi clienti: Aggiornamento negli Store, nuove funzioni, design, un servizio particolare. Questo ti permette di mostrare ai tuoi clienti che sei sempre al passo con ultime tendenze e che sei lì per aiutarli a ottimizzare la loro app. Se mostri il valore aggiunto dei tuoi servizi, i tuoi clienti non saranno mai infastiditi di essere contattati dalla tua azienda.

Non hai ancora un account Reseller?

Apri questo link per iniziare la prova gratuita:
https://www.goodbarber.com/create/reseller/