2014 Report dell'advertising mobile

Written by on Lunedì 18 Maggio 2015

2014 Report dell'advertising mobile
Fare o non fare pubblicità? Questa è una domanda comune per molti utenti GoodBarbers, che avvia il dibattito seguente: bisogna privilegiare i redditi percepiti dall'applicazione o l'esperienza offerta agli utenti.

C'è una linea da non superare tra l'efficace e lo sgradevole quando si parla di pubblicità mobile, ma se si riesce ad integrare in un modo piacevole, in questo caso le opportunità di profitto non saranno trascurabili, come mostrano i picchi dei ricavi generati dalla pubblicità mobile lo scorso anno.

Quanto segue è una sintesi dei risultati e delle tendenze del settore della pubblicità mobile: la pubblicità integrata ti aiuterà nella tua strategia, nel modo giusto.

Risultati finanziari

PricewaterhouseCoopers ha pubblicato un rapporto contenente i risultati di internet e pubblicità mobile negli Stati Uniti nel corso degli ultimi anni, ed i risultati sono davvero molto promettenti.
Dal 2013 al 2014, i ricavi pubblicitari mobile sono aumentati dal 17% al 25%, spingendo lo smartphone come secondo miglior format pubblicitario. Inserire dati reali su questo calcolo rende l'aumento ancora più impressionante: pensa che solo per gli USA il reddito è aumentato del 76% per un totale di 12.5 miliardi di dollari.

David Solverman, partner di PwC, sintetizza questo fenomeno:

"La crescita a due cifre della pubblicità mobile è un riflesso della trasformazione in atto del comportamento dei consumatori, che si avvicina sempre più ai devices. Un aumento significativo dell'attività sociale ed un'importante attività mobile sono il motore della crescita dei ricavi pubblicitari, in quanto i consumatori sono sempre più connessi."

Redditività attraverso i dispositivi

Un punto che potrebbe essere molto utile nella tua strategia è quello di considerare il tipo di dispositivo che gli utenti tendono ad usare e confrontarlo con i risultati di traffico e di reddito ottenuti dai diversi dispositivi e sistemi operativi.

Nell'ultimo rapporto di Opera MediaWorks, Android ha mostrato una percentuale significativamente più alta di traffico che iOS nel 2014, e ha continuato a farlo durante il primo trimestre 2015 (il 65% per Android ed il 22% per iOS, determinata dal numero di visualizzazioni). Dato che i dispositivi Android hanno registrato un livello molto più elevato di traffico, è normale che le fonti di reddito siano le stesse, ma stranamente si tratta solo di un importo simbolico (meno dello 0.5%).

2014 Report dell'advertising mobile
Sebbene il sistema operativo Android sembra essere il vincitore in termine di monetizzazione, i risultati sono invertiti: i dispositivi iOS sono molto avanti, l'iPad registra la migliore performance complessiva in termini di monetizzazione.

I format pubblicitari con il più alto buzz sono, senza dubbio, i video. Con tutti i più popolari social network che utilizzano e visualizzano questi format sulle loro piattaforme, è ormai riconosciuto come uno dei modi più efficaci per coinvolgere lo spettatore (e per raggiungere un elevato livello di monetizzazione). Anche se il costo del format video è molto superiore rispetto alle altre opzioni, i potenziali benefici sembrano rendere questo investimento utile: in termini di pubblicità video il tasso dei click domina su tutti gli altri format.

2014 Report dell'advertising mobile
Gli annunci nativi sono sempre in voga e rappresentano la soluzione perfetta per chi è preoccupato dal rischio di ridurre la user experience a causa della pubblicità. Le pubblicità native sono meno invasive per l'utente, dato che si fondono nel contenuto che le circonda. Nel complesso vengono meno considerate spam, rispetto agli altri formati di pubblicità. L'utente è quindi più sicuro di sé e il tasso dei click è più elevato. La pubblicità nativa è un punto fondamentale della nostra road map in questo momento, dato che siamo convinti che possa portare un grande valore aggiunto alle applicazioni GoodBarber.

Naturalmente ci sono molti altri forma pubblicitari che sono disponibili ed efficaci, ma i format video nativi sono stati e continuano ad essere le due principali tendenze nel 2014 ed oggi.

Se per monetizzare la vostra applicazione la scelta deve essere fatta tra rendere la tua app a pagamento sugli store o includere la pubblicità, ti consiglio piuttosto la seconda opzione. Le pubblicità non sono necessariamente un fastidio, con una strategia adeguata ed il mettersi nei panni degli utenti, è possibile creare un'alta user experience, interessante e divertente per loro. Non devi avere paura di sperimentare diverse opzioni di pubblicità nella tua applicazione, chiedi informazioni sulle opzioni nel negozio Add-ons e inizia a trarne profitto!

 
Tradotto da Silvia Maculan



Inserisci la tua email