4 False verità sulle applicazioni native

Written by on Lunedì 29 Giugno 2015

4 False verità sulle applicazioni native
Un po' di tempo fa vi abbiamo spiegato il motivo per cui le applicazioni mobile native sono le migliori : credo sinceramente che non ci sia più nulla da dimostrare. La maggioranza delle persone interessate al settore delle applicazioni mobile, ha capito che se si deve fare una scelta l'opzione più sensata sarà quella di propendere per un'app nativa piuttosto che una webapp (ovviamente la soluzione migliore è offrire entrambe le soluzioni, come con GoodBarber ;) ).

Anche se questo punto è chiaro ci sono però ancora numerosi miti intorno alle applicazioni native, e che non sono sempre vere. Vediamo insieme queste false verità...

 

Mito n.1: Le app native sono costosissime

4 False verità sulle applicazioni native
Questo è lo svantaggio più comune nell'avere app native. Ma è proprio così? Non direi. Mi spiego...
Sai già che un'applicazione nativa è codificata nel linguaggio dei dipositivi su cui verrà utilizzata. In poche parole significa che, se desideri inviare la tua applicazione per gli utenti iOS o Android, sarà necessario creare un'applicazione nativa per ciascuna di queste piattaforme (e di conseguenza raddoppiare i costi di produzione).

Quindi in realtà se decidi di realizzarle tramite un developer, a seconda del tipo di applicazione che desideri creare, il prezzo può raggiungere sicuramente migliaia di euro. Oggi però è possibile creare da te la tua applicazione ed ottenere prezzi interessanti.


Ricorda ad esempio che il prezzo di GoodBarber comprende le versioni iOS, Android, e HTML5 WebApp!

Mito n.2: Complicate da sviluppare

4 False verità sulle applicazioni native
Questo è vero, su questo topic non posso proprio discutere: sviluppare un'app nativa non è alla portata di chiunque. O comunque senza gli strumenti giusti. Infatti se vuoi un'applicazione nativa non servono fare corsi e formazioni a distanza di informatica.

Basta rivolgersi ad un app builder, semplice e potente per ottenere la tua applicazione e, se desideri una Beautiful App, posso solo invitarti a scegliere GoodBarber!

Mito n.3: ci vuole troppo tempo

4 False verità sulle applicazioni native
Ma no :) Riprendendo lo stesso discorso del punto n.2 esistono questi strumenti potenti per affrontare il problema delle scademze. Con GoodBarber è possibile creare un'app in un'ora (ci ho provato!) e aggiungendo il tempo per rifletterci su, un paio di giorni per migliorarla, le scadenze per la convalida negli store... la tua applicazione può essere disponibile entro un mese.

Come ti sembrano i tempi? Eccessivamente lunghi?

Mito n.4: bisogna sempre aggiornarla...

4 False verità sulle applicazioni native
È vero che, dato che le applicazioni native vengono create nelle lingue dei dispositivi mobile, gli aggiornamenti del sistema operativo possono influirne l'uso. Questo potrebbe implicare costi aggiuntivi per l'aggiornamento dell'app stessa. Tuttavia, se scegli di costruire la tua app con GoodBarber, non ci sono questi piccoli problemi, dato che aggiorniamo sempre il nostro sistema al ritmo degli aggiornamenti dei sistemi operativi... Quindi non c'è bisogno di preoccuparti, la tua app sarà sempre salva!

Tutti i pregiudizi spazzati via in un colpo solo... Bene, ora davvero non hai più nessuna scusa per non creare la tua beautiful app! E se per caso il tuo cuore oscilla tra un'applicazione nativa ed una webapp, ricordati che per il prezzo di un solo abbonamento, GoodBarber ti offre entrambe (iOS e Android + versione HTML5)!

 
Tradotto da Silvia Maculan



Inserisci la tua email