6 suggerimenti per ottenere il massimo dalle notifiche push

Written by on Giovedì 13 Febbraio 2020

6 suggerimenti per ottenere il massimo dalle notifiche push
In un mondo incentrato sui dispositivi mobili e in cui il coinvolgimento è fondamentale, ogni azione che intraprendi per comunicare con i tuoi utenti deve essere pensata attentamente. Se hai un'app, l'invio delle notifiche è la strada giusta da percorrere. Le notifiche push sono diventate un potente strumento di marketing ma, se usate in modo improprio, le conseguenze possono essere disastrose.
Come ha detto qualcuno, "L'aspetto positivo delle notifiche è che ricordano ai tuoi utenti che l'app è installata. Un aspetto negativo delle notifiche è che ricordano ai tuoi utenti che l'app è installata ".

In questo articolo condivideremo le nostre 6 best practice per sfruttare al meglio tue notifiche push.

1. Tempistica e frequenza

Gli utenti delle tue app di solito vengono notificati da un suono piacevole, da una vibrazione del telefono o da entrambi. Immagina di ricevere quella notifica alle 3 del mattino….
È meglio evitare di far arrabbiare i tuoi utenti rischiando una disinstallazione impulsiva. Inoltre, leggi davvero tutte le notifiche del tuo telefono quando ti svegli? Di solito, le persone sfogliano quelle più rilevanti e cancellano il resto, e la tua notifica ben elaborata potrebbe perdersi.
Il tempismo è fondamentale nella pianificazione della notifica push.
Gli orari o i giorni della settimana più favorevoli per inviare notifiche dipendono da molti fattori. Se per le aziende il lunedì e la domenica offrono un leggero vantaggio, il mercoledì tra le 15:00 e le 16:00 è il miglior momento per l'eCommerce, mentre il martedì tra le 9:00 e le 10:00 funziona meglio per i media o i blogger. (Fonte: VWO).
Tuttavia, queste tendenze cambiano costantemente e il modo migliore per sapere quando inviare le notifiche è testando (lo vedremo più avanti nell'articolo).
È inoltre necessario pensare ai fusi orari durante la pianificazione delle notifiche. Non solo non vorrai svegliare i tuoi utenti, ma se stai inviando un'offerta basata sul tempo, assicurati che sia adattata al loro fuso orario.
Inviare una notifica tempestivamente può fare una grande differenza per l'esperienza dei tuoi utenti e per il successo della tua app.
Sebbene le push possano essere un potente canale per raggiungere e coinvolgere nuovamente gli utenti delle app mobili, può anche essere controproducente se si inviano troppe notifiche.
Ricorda di non spammare i tuoi utenti. Ricevere più e più volte lo stesso messaggio può essere scoraggiante. A seconda del tuo settore, invia solo notifiche pertinenti. Naturalmente, se stai creando un'app di notizie, l'invio di notifiche per ogni ultima notizia è la strada da percorrere.

2. Contenuti di valore

  • La segmentazione prima di tutto. Più una notifica push è personalizzata per il suo pubblico, maggiore sarà il suo tasso di apertura. Pertanto, la segmentazione è indispensabile.
Puoi suddividere i tuoi utenti in base al loro comportamento in-app o in base al loro profilo.
Un modo efficace per segmentare la tua base di utenti è attraverso il loro comportamento: esaminare i vari modi in cui gli utenti interagiscono con l'app fornisce informazioni preziose su ciò a cui tengono e su come sono coinvolti con il tuo marchio. Ad esempio, hai un nuovo utente che ha scaricato la tua app di recente, ci ha navigato una volta e da allora non è più tornato. Non inondare quell'utente di notifiche; avranno maggiori probabilità di trattarle come spam.
D'altra parte, se hai un utente che naviga spesso e non ha ancora effettuato acquisti, puoi aumentare la frequenza delle tue push per ricordare loro che c'è un articolo in attesa di essere acquistato.

Un'altra strategia è quella di segmentare i tuoi utenti in base al loro profilo / preferenze, il che significa quali prodotti sono più propensi ad acquistare. Osservando gli acquisti passati, il coinvolgimento o le preferenze impostate, è quindi possibile allineare le notifiche push ai loro tratti.

Per ottenere risultati migliori, è possibile combinare comportamento e segmentazione del profilo. La percentuale di clic media per i messaggi push inviati in base ai dati comportamentali e di profilo è del 30,6%.
Una volta segmentata la tua base di utenti, la personalizzazione della push e i contenuti pertinenti saranno fondamentali.
  • Contenuti pertinenti: "Le notifiche push vanno alle persone, non ai dispositivi". Che cosa ottengono i tuoi utenti mobili dalla tua push? Deve essere chiaro per loro che ne trarranno un vantaggio che i non-utenti non avranno. Ad esempio, ho usato l'app per cercare un hotel XYZ a New York, ma alla fine non ho prenotato. Ricevere una push del tipo "Vuoi ancora andare a New York? Non perdere le nuove tariffe scontate dell'hotel XYZ!",  molto probabilmente mi farà riaprire l'app.
Puoi anche aumentare significativamente l'efficacia delle tue notifiche push personalizzandole. L'aggiunta del nome dell'utente potrebbe essere il modo più semplice ma non fermarti qui. Poiché le persone sono sempre più abituate a ricevere notifiche, la semplice aggiunta del loro nome non è più molto efficace. Secondo un sondaggio di Localytics, quando ci si rivolge a un utente per nome, il 25% utilizzerà l'app più spesso, mentre non farà alcuna differenza per il 58% delle persone. Piuttosto, mostra loro che conosci i loro interessi e le loro preferenze.

6 suggerimenti per ottenere il massimo dalle notifiche push
Fonte: Localytics

6 suggerimenti per ottenere il massimo dalle notifiche push
Benvenuto / Promozione / Abbandono del carrello
 

Rendilo visivo: l'aggiunta di foto e video a una notifica push può portare a un messaggio più potente che raggiunge i tuoi utenti e scatena una reazione. Le emoji, ad esempio, possono aumentare il CTR (4,94% con le emoji, 3,01% senza). Alcune emoji sembrano funzionare meglio di altre.
Sii creativo quando prepari la push, scrivi come se stessi avendo una conversazione con i tuoi utenti.

3. Adattarsi ai dispositivi

  • Assicurati di seguire le regole degli Store. Android non è iOS, iOS non è Android. Con Android, tocca per visualizzare la notifica, con iOS, scorri. Sembra semplice vero?
Per quanto riguarda la lunghezza della notifica push: ricordati di mantenerle brevi e concise. Ciò renderà la tua notifica push immediatamente leggibile dall'utente. Come regola generale:
 - 60-90 caratteri per Android.
 - Non più di 120 caratteri per iOS
In questo modo la tua notifica push apparirà nella sua interezza. Gli utenti tendono a elaborare le notifiche su Android, in quanto esiste una casella di posta che si cancella solo quando si apre manualmente ogni [notifica]; mentre su iOS, una volta aperta una notifica dalla schermata di blocco, tutte le altre vengono cancellate ". Sono ricevute dagli utenti direttamente nel loro browser web.
Questa funzione è supportata dalla maggior parte dei browser recenti.
Essere in grado di contattare direttamente tutti i tuoi utenti indipendentemente dal dispositivo che stanno utilizzando è un vantaggio significativo.
D'altra parte, in alcuni casi, può essere una buona idea adattare la comunicazione in base al tipo di utente.
Alcuni messaggi possono applicarsi solo agli utenti Web (ad esempio per far loro installare l'applicazione).

4. Assicurati che vadano dove vuoi che vadano

Assicurati che vadano dove vuoi tu quando aprono la notifica. È piuttosto fastidioso ricevere una notifica push accattivante, toccarla o farla scorrere e ritrovarsi sulla schermata principale dell'app. Per evitare questo problema, è necessario assicurarsi di aver effettuato il deep linking direttamente dalle notifiche push alle pagine o alle sezioni in-app pertinenti; in caso contrario, gran parte dell'impatto della messaggistica potrebbe perdersi.

5. Test A / B

Ciò ti consente di testare le reazioni del tuo pubblico a Push diverse. I test per vedere cosa funziona meglio ti consentono di analizzare i risultati modificando di conseguenza la tua strategia. È meglio testare solo una variabile alla volta per sapere esattamente quale ha avuto il maggiore impatto. Ad esempio, 2 push con lo stesso messaggio ma una con un invito all'azione e una senza.
Imposta i KPI giusti: non limitarti al tuo tasso di apertura push, prenditi del tempo per analizzare altri KPI, come il tuo tasso di opt-out push o se si verifica una disinstallazione dell'app. 

6. Attivazione

Tutti questi consigli sono inutili se gli utenti non attivano le Push. Il modo in cui chiedi ai tuoi utenti di accettarle influenza notevolmente la loro decisione. L'approccio migliore per massimizzare la percentuale di opt-in è chiedere l'autorizzazione delicatamente, attendendo il momento giusto per fare la domanda "Ufficiale". Prepara i tuoi utenti guidandoli attraverso i vantaggi delle tue notifiche push e come miglioreranno la loro esperienza.
Inoltre, dai loro il tempo di esplorare e conoscere la tua app. La percentuale media di opt-in push è migliorata quando gli utenti hanno completato più sessioni in un'app.
Ricorda, puoi chiedere l'autorizzazione ufficiale solo una volta. Apple richiede che ogni app iOS richieda l'autorizzazione al momento dell'installazione prima di inviare notifiche.
I dispositivi Android non hanno lo stesso requisito di attivazione. Android attiva automaticamente le notifiche per l'utente. Quando qualcuno scarica un'app Android, viene informato che l'app riceverà determinate autorizzazioni, inclusa la possibilità di inviare notifiche push. Se gli utenti non vogliono ricevere notifiche push, possono annullare l'iscrizione
Entrambe le app Android e iOS devono consentire agli utenti di disattivare la funzione push, all'interno delle impostazioni del dispositivo o nell'app stessa.
L'invio di un'e-mail dedicata che trasmette il valore che offri per l'accettazione delle tue notifiche push può anche essere un modo intelligente per integrare i tuoi sforzi in-app.

Le notifiche push possono essere un canale molto efficace per raggiungere i tuoi utenti. Ma possono anche essere un modo rapido per perdere la base di utenti di un'app se non le utilizzi correttamente.
Come riassume Noah Weiss, le notifiche push devono essere tempestive, personali e attuabili.
Trovare un equilibrio tra attirare l'attenzione e spammare i tuoi utenti nel processo è una grande sfida. Fallo bene, però, e i risultati ti ripagheranno sicuramente.



Inserisci la tua email