Aumenta la tua visibilità : studio sul comportamento degli utenti di Facebook

Written by on Lunedì 10 Agosto 2015

Quando si imposta una strategia social, l'obiettivo finale é quello di creare interazione con il nostro pubblico . Un concetto attraente, ampiamente diffuso tra gli utenti della rete, é il significato di buzz, ovvero "aumentare la propria visibilitá".

Aumenta la tua visibilità : studio sul comportamento degli utenti di Facebook
Ogni community manager è sempre alla ricerca di condivisioni, tanto da provare diversi tipi di post, misurandone i risultati e capire quindi quale messaggio ha un maggior impatto sul nostro pubblico, a seconda del settore in cui stiamo lavorando.

Cerchiamo però di essere pragmatici : prima dovremmo forse provare a capire cosa spinge noi e il nostro pubblico a condividere contenuti sui social network – Facebook in particolar modo.

Questo è il quesito posto da Neil Patel, co-fondatore di numerose start-up americane, tra cui Quickspourt.

1) Perché mettiamo un "like" su Facebook ?

Mettere un "like" su Facebook è un’azione rapida e semplice che può avere diversi obiettivi :


- Confermare qualcosa che ci riguarda di persona

Uno studio effettuato su 58.000 persone ha dimostrato che è possibile scoprire le caratteristiche di una persona semplicemente analizzando i loro "like" su Facebook.
Da questo é infatti possibile capire il genere, l’orientamento sessuale, le preferenze politiche, ecc.

Non mettiamo un "like" come semplice passatempo, bensí per rendere partecipi gli altri delle nostre preferenze, nonché creare un’immagine di noi stessi. Questa é quindi un’ottima ragione per condividere contenuti di qualitá, in quanto apporta una certa credibilitá alla persona che lo sta facendo.

- Per esprimere empatia virtuale

Questo é un concetto che si vede sempre piú spesso e che si é particolarmente evoluto sui social network. L’empatia virtuale consiste nel dare sostegno attraverso un’azione virtuale, quale é appunto un "like" su Facebook.

Nel tuo caso questo tipo di empatia può essere applicata in caso di messaggi "personali", come un evento riguardante il tuo business (per esempio un obiettivo raggiunto o un cambiamento all’interno della tua comunitá). Se fai questo nel modo giusto, riuscirai a comunicare nel migliore dei modi le tue emozioni.


- Ottenere qualcosa in cambio

Secondo uno studio su Syncapse, una grande quantità di persone mette un "like" a pagine al di fuori dei propri reali interessi : per partecipare a eventi, ottenere sconti, partecipare a giochi o concorsi o semplicemente per conoscere meglio un brand.

Dai quindi al tuo pubblico un motivo per seguirti e condividere i tuoi contenuti, avrai cosí modo di vedere tutte queste opzioni.

2) Perché commentiamo ?

I commenti sono molto più personali dei "like". Secondo uno studio condotto da Moira Burke, questi risultano essere molto più soddisfacenti sia per l’autore che per il destinatario. Commentare implica uno sforzo in più, ciò significa che c’é una maggiore motivazione nel compiere questo atto. Un commento, a differenza di un "like", permette di dare pieno supporto a un determinato messaggio, confermare in modo deciso l’appartenenza ad un gruppo o semplicemente dimostrare che si é abbastanza informati da poter prendere parte a una discussione.

3) Perché condividiamo ?

Questo é il punto chiave. Il comportamento degli utenti di Facebook per quanto riguarda l’azione del "condividere" é stato analizzato da Ipsos. In questo studio possiamo trovare i 6 motivi principali che portano un utente a condividere qualcosa su un social network.

- Per informare : il 61% degli utenti condivide ció che ritiene interessante, mentre il 43% condivide ciò che ritiene importante. L’utente svolge cosí un ruolo informativo ed educativo.

- Per distrarsi : il 43% degli utenti preferisce postare contenuti divertenti, col semplice fine di condividere qualcosa di leggero.

- Per mostrare qualcosa che riguarda noi stessi : il 37% degli utenti di Facebook condivide contenuti per dare agli altri un’idea di loro stessi e dei propri gusti.

- Per consigliare : un gran numero di condivisioni viene fatto per dare un parere, un consiglio. Il 30% di noi condivide contenuti per esempio con l’obiettivo di raccomandare un film o un prodotto.

- Per sensibilizzare : il 29% condivide post con l’obiettivo di sostenere una causa e rendere quindi partecipi di ciò i propri contatti.

- Per migliorare la propria reputazione : il 29% pubblica infine per entrare in una conversazione, il 10% per dimostrare alla propria rete di essere a conoscenza di un determinato argomento.

Queste sono tutte informazioni preziose che possono aiutarti ad adattare in modo efficace i contenuti che pubblichi su Facebook. Essendo consapevole delle motivazioni che spinge il tuo pubblico a compiere determinate azioni, e seguendo al meglio le regole del "galateo di Facebook", tutto quello che ti resta da fare é aumentare il tuo traffico e la tua visibilità.

Ci sono molti modi per creare messaggi attraenti, che catturino l’interesse del tuo pubblico, incoraggiandone l’interazione. Sii innovativo e prova ad aggiungere un po’ di creatività e varietà ai tuoi post, in modo da soddisfare il maggior numero di utenti.

Eccoti l’infografica completa di Neil Patel :

Aumenta la tua visibilità : studio sul comportamento degli utenti di Facebook

Tradotto da Michele Pisani



Inserisci la tua email