Firebase Cloud Messaging: Tieniti aggiornato sull'invio delle notifiche push su Android

Written by on Lunedì 8 Aprile 2019

Firebase Cloud Messaging: Tieniti aggiornato sull'invio delle notifiche push su Android
Il 10 aprile 2018, Google ha comunicato agli sviluppatori una modifica tecnica nell'invio e ricezione delle notifiche push.

GoodBarber ha tenuto conto di questa modifica aggiornando il motore Android delle sue app.

Firebase Cloud Messaging, il sistema utilizzato per inviare e ricevere notifiche push sarà quindi l'unico sistema in vigore dall'11 aprile 2019.

Questo articolo ti darà indicazione sulla necessità o meno di rigenerare ed inviare un aggiornamento della tua app su Play Store per mantenere attive le notifiche push su Android.

GoodBarber si prende cura di tutto ed è meglio così :)

Probabilmente hai perso l'annuncio di Google ed è perfettamente normale. È compito di GoodBarber assicurarsi che la tua app Android si adatti agli aggiornamenti regolari di Google (e all'app iOS di Apple).

Quando conosci il ritmo veloce di questi sviluppi, è molto rassicurante sapere che tutti gli abbonamenti GoodBarber includono questa manutenzione.

E quando ci pensi, rappresenta un notevole risparmio finanziario per il proprietario dell'app. Immagina se dovessi chiedere ad uno sviluppatore di intervenire ogni volta che c'è un cambiamento su Google o Apple!

Un altro vantaggio, spesso sottovalutato, dell'utilizzo di un software Generatore di App ;)

Migrazione da GCM a FCM: cosa significa?

Lo scorso aprile, Google ha deciso di sostituire Google Cloud Messaging (GCM) con Firebase Cloud Messaging (FCM).

Entrambi i sistemi sono utilizzati per gestire l'invio e la ricezione di notifiche push.

GCM è il primo sistema progettato da Google. GoodBarber ha iniziato ad utilizzare GCM nel 2011, con GoodBarber V1!
Da allora, Google ha ampiamente sviluppato la sua infrastruttura e chiede agli sviluppatori di utilizzare FCM.

Dall'11 aprile 2019 l'uso di FCM sarà obbligatorio per tutti gli sviluppatori.

Cosa sono le notifiche push e come funzionano?

Firebase Cloud Messaging: Tieniti aggiornato sull'invio delle notifiche push su Android
Una notifica push è un messaggio indirizzato agli utenti di app mobili. Questo messaggio viene ricevuto direttamente sul telefono dell'utente. La ricezione, la visualizzazione e l'azione associata al messaggio sono gestite dal sistema operativo del telefono.

Ecco una semplice spiegazione su come funziona:

Step 1: l'editore di un'app (tu) scrive un messaggio (notifica push) per inviarlo ai propri utenti (telefoni).
Una volta scritto, l'editore inoltra il messaggio ad un servizio di consegna push.

Esistono diversi servizi di consegna push. Ad esempio, GoodBarber utilizza:

- Firebase Cloud Messaging (FCM): per l'app nativa Android e per le PWA visualizzate con Chrome, Firefox, Opera oppure Edge.

- Apple Push Notification System (APN): per le applicazioni native iOS e perle  PWA viste da Safari macOS.


Durante la trasmissione del messaggio al Servizio di Consegna della Notifiche Push, l'editore può specificare i criteri per targetizzare i telefoni specifici.
Nello specifico, queste sono tutte le opzioni di targeting a cui puoi accedere dalla pagina Utente> Push> Invia, dal tuo back office.

Step 2: Il servizio di consegna delle notifiche push identifica i telefoni ai quali deve trasmettere il messaggio e lo invia.

Questi sono i telefoni per i quali l'utente ha accettato di ricevere notifiche push dalla tua app e che si trovano nella destinazione che hai impostato durante la scrittura del messaggio.

In che modo il servizio di recapito dei messaggi sa a quali telefoni inviare una notifica?

Quando un utente scarica la tua app per la prima volta sul proprio telefono, viene creato un token di push che viene assegnato al telefono. È questo token che consente quindi di identificare il telefono su cui inviare la notifica push.

La consegna del servizio di notifiche push è responsabile dell'assegnazione del token al telefono.

Nel caso delle app Android di GoodBarber, prima era GCM ad attribuire i token push, ora è FCM.

Migrazione da GCM a FCM: dovrei rigenerare ed aggiornare la mia app per Android?

Firebase Cloud Messaging: Tieniti aggiornato sull'invio delle notifiche push su Android
Dall'11 aprile 2019, Google disattiverà GCM. Per scoprire se la chiusura di GCM ha implicazioni sulla tua app, innanzitutto controlla quale versione del motore Android è stata utilizzata per generare la versione più recente della tua app.

Stiamo parlando dell'ultima versione della tua app disponibile per il download su Google Play.

Per scoprirlo, vai nel menu Pubblica> Aggiorna> Versioni
Accanto al numero della versione, tra parentesi, hai il numero di revisione del motore Android utilizzato per generare la tua app.

Se il numero di revisione è maggiore o uguale a 6035, non devi fare nulla. La tua app Android utilizza FCM. Gli ex utenti e i nuovi utenti della tua app ricevono normalmente le notifiche push che invii.
 

Se il numero di revisione è inferiore a 6035, alcuni utenti non riceveranno le notifiche push dopo l'11 aprile 2019. Per risolvere il problema, rigenera la tua app Android ed invia un aggiornamento su Play Store.

Se il numero di revisione è inferiore a 6035, questo è esattamente ciò che accadrà dopo l'11 aprile:

- Tutti gli utenti che hanno scaricato l'app prima dell'11 aprile 2019 continueranno a ricevere correttamente le notifiche push dopo questa data.
Infatti, quando hanno scaricato l'app, GCM era ancora in esecuzione. GCM ha dato loro un token e, buone notizie, i token recuperati da GCM sono compatibili con FCM!

- Per tutti gli utenti che scaricano la tua app dopo l'11 aprile 2019, l'app proverà a contattare GCM per un token push. Tuttavia, GCM sarà disattivato e l'app non riceverà alcuna risposta :(
Tutti questi utenti non riceveranno le notifiche push.
 

In sintesi, se vedi un avviso blu nella parte superiore delle pagine del tuo backoffice, devi agire.
Verifica con quale versione del motore Android è stata creata la tua app.
Se è 6035 o superiore, non devi fare nulla.
Se è inferiore, rigenera la tua app ed invia un aggiornamento.


Inserisci la tua email