Crea un'app
Indietro

GoodBarber festeggia il suo 10° anniversario!

il 

Questo 14 novembre 2021, GoodBarber ha festeggiato il suo decimo anniversario, proprio come l'uscita dell'iPhone 4s, la nascita di Siri, la nascita di iCloud o l'inizio del 4G in Francia. Molto è cambiato da allora; il mondo si è evoluto e GoodBarber si è evoluto con esso. In 10 anni, le nostre interfacce sono cambiate, le nostre applicazioni si sono sviluppate; siamo più numerosi e anche i nostri utenti. È il momento di guardare indietro alla creazione di GoodBarber e a questi 10 anni di avventura. 
Ma non è stato costruito tutto in un giorno. Se GoodBarber viene annunciato nel 2011 al Mobile World Congress di Barcellona, l'avventura inizia davvero 10 anni prima, nel 2001, quando Sebastien Simoni, l'attuale CEO di GoodBarber, lancia WebzineMaker. Questi anni di riflessione, sviluppo e innovazione hanno permesso di creare applicazioni potenti e personalizzabili senza passare dalla fase di codifica. Questa filosofia ci ha guidato durante tutta la creazione e lo sviluppo di GoodBarber, in una logica di rinnovamento perpetuo. 

1 - Periodo pre-GoodBarber: uno sviluppo progressivo

L'odissea che ha portato a GoodBarber inizia nel 2001 con il lancio di WebzineMaker da parte di Sebastien Simoni e dei suoi tre soci di allora, Jérôme Pietri (l'attuale COO), Philippe Chiappe e Federi Bernardini, con l'obiettivo di facilitare la creazione e la pubblicazione di blog. Questo primo passo evidenzia già la volontà di rendere il web più accessibile e più divertente in una logica innovativa di personalizzazione. Webzine ospiterà in particolare la rivista Marianne tra il 2005 e il 2010, che conterà più di 6 milioni di visitatori al mese.
La silhouette di GoodBarber comincia a prendere forma poco a poco: se WebzineMaker ha già la vocazione di rendere la pubblicazione sul web aperta a tutti, senza richiedere una formazione in programmazione, in un'era digitale in crescita; è la democratizzazione degli smartphone con la comparsa dell'iPhone nel 2007 che fa evolvere ulteriormente questo problema. È allora l'emergere di una nuova opportunità, di un secondo passo, quello di permettere agli utenti di pubblicare applicazioni direttamente sugli smartphone senza passare attraverso una fase di codifica. Dominique Siacci, attuale CTO di GoodBarber, coglie questa opportunità e lancia DuoApps nel 2009.  
L'idea c'è, il team e le premesse pure; nel 2011 DuoApps e WebzineMaker uniscono le forze e lanciano ufficialmente GoodBarber, creatore di applicazioni mobili, per soddisfare una domanda crescente e facilitare l'uso delle nuove tecnologie ai non specialisti. 

2 - La generazione GoodBarber: il lancio e l'internazionalizzazione

Se WebzineMaker e DuoApps si fondono in un'unica entità sotto il nome di GoodBarber solo nel dicembre 2018, GoodBarber si è evoluto durante questi anni. Rilasciato in francese e inglese nei primi giorni, la nostra interfaccia si svilupperà per includere italiano, spagnolo, tedesco, portoghese e turco tra il 2013 e il 2015.
Abbiamo festeggiato il nostro primo milione di download nel 2013, così come la nostra prima partecipazione al Mobile World Congress di Barcellona. Il concetto è in movimento, gli utenti sono a bordo, così GoodBarber si apre alla scena internazionale con l'inaugurazione di uffici a New York e Lisbona nel 2016, sinonimo di un certo successo che sarà confermato negli anni a venire. Infatti, nel 2017 sono state pubblicate 30.000 applicazioni mobili su App Store e Google Play. Lo stesso anno, GoodBarber ha stabilito la sua presenza internazionale quando gli Stati Uniti sono diventati il suo primo mercato in termini di entrate, dimostrando che l'insularità non è necessariamente una barriera allo sviluppo. I milioni di download nel 2018 affermano il suo percorso, effettivamente coronato dalla fusione definitiva di WebzineMaker e DuoApps. 
Fino al 2019, lo strumento GoodBarber era focalizzato sulle app per la pubblicazione di contenuti, ovvero articoli, video, foto, suoni nel formato di un blog, con l'aggiunta di funzionalità come la chat per dare la possibilità di creare una comunità attiva e impegnata. Tuttavia, GoodBarber non si è fermato qui, e ha svelato lo stesso anno le sue nuove applicazioni per lo shopping, al fine di soddisfare le esigenze di una società che sta sempre più digitalizzando i settori della vendita e del commercio. 

3 - L'ecosistema intorno a GoodBarber

Oltre a GoodBarber, altri progetti sono nati durante questi 10 anni, soprattutto per i giovani. In una logica di trasmissione della passione per la programmazione alle generazioni più giovani, viene lanciato Roboticamp. Durante questi pochi anni, quasi 500 giovani bambini corsi da Ajaccio a Bastia, passando per Ghisonaccia, hanno potuto frequentare corsi di robotica e codifica su robot Lego Mindstorms Ev3. Questi robot e le interfacce intuitive hanno permesso di sedurre una nuova generazione, nella speranza di sviluppare ulteriormente il settore tecnologico dell'isola. 
Oltre ai giovani, GoodBarber partecipa attivamente allo sviluppo dell'ecosistema imprenditoriale corso. Alla fine del 2015, Sébastien Simoni ha accettato la presidenza di Femu Qui, il fondo di investimento per le imprese corse dal 1992. Il suo obiettivo è di favorire la nascita in dieci anni di un ecosistema resiliente con una ventina di imprese di dimensioni paragonabili a GoodBarber, che lavorano all'esportazione pur essendo situate in Corsica. Alzà, il nuovissimo fondo di semi lanciato nel 2021, è l'esempio perfetto di questa volontà di raggiungere una massa critica di startup. Nella stessa logica di creare un ecosistema, nel 2009 è stato creato il CampusPlex, uno dei primi spazi di co-working in Francia. Questo spazio ospiterà WebzineMaker, DuoApps (e altre startup dell'epoca), portando ad una stretta collaborazione tra le due aziende ancor prima di GoodBarber. Oggi, il CampusPlex ospita soprattutto GoodBarber e alcune aziende digitali, ma c'è una richiesta di più attori da raggruppare nello stesso luogo. Così, la costruzione di un nuovo spazio di lavoro, chiamato CampusPlex 2.0 è in corso. È stato lanciato sotto forma di un invito a presentare progetti rivolto ai giovani architetti corsi. L'idea, fedele al DNA di GoodBarber, è quella di offrire ai giovani architetti l'opportunità di esprimere il loro talento su un progetto di larga scala. CampusPlex 2.0, la cui consegna è prevista per il 2023, riunirà una massa critica di attori coinvolti nello sviluppo del settore digitale in Corsica su quasi 2.000m2 nel cuore di Ajaccio.


Sono passati dieci bellissimi anni, siamo cresciuti, abbiamo migliorato i nostri strumenti, alcuni membri del team si sono uniti a noi, altri se ne sono andati, ma l'obiettivo rimane lo stesso. L'obiettivo è quello di rendere disponibile il meglio della tecnologia su mobile o su web, di capire le vostre abitudini e i vostri desideri per rispondervi al meglio, di superarci sempre per dare a chiunque voglia far parte di questo mondo digitale in espansione che continua a toccare sempre più settori. Vogliamo fare di GoodBarber la migliore esperienza cliente e utente di sempre, e continuiamo a lavorare per questo obiettivo, per rendervi ancora più felici. I prossimi dieci anni saranno altrettanto emozionanti!