Come monetizzare un'app di notizie per mobile?

il 

Abbiamo parlato in un precedente articolo della necessità per i giornali, il mondo della stampa in generale, di offrire un'opzione digitale .
Infatti, il consumo di informazioni è ormai costante, 7 giorni su 7 e 24 ore al giorno. La trasformazione digitale in questo campo ha aperto le porte a migliori possibilità. Abbiamo assistito allo sviluppo di diversi tipi di app di notizie, ognuna delle quali offre uno standard più elevato di esperienza utente.  
La sfida successiva per le app di notizie è stata quella di generare entrate mantenendo una grande esperienza per i loro lettori. Una buona strategia di monetizzazione è quindi cruciale.
 In questo articolo, scoprirai le diverse opzioni disponibili per la monetizzazione di una news app e come implementarle nella tua app GoodBarber. 
N.b.: ci concentreremo sui modi per monetizzare un'app offerta gratuitamente sugli Store. 

Pubblicità in-app: reti pubblicitarie e vendita di posizionamenti in app

Cominciamo con il modo più semplice per fare soldi con la tua app: la pubblicità. 
Come azienda di notizie, puoi fare soldi con la tua app inserendo diversi tipi di annunci. GoodBarber ti offre due opzioni.
  • Annunci esterni: Con l'add-on Annunci esterni, puoi connetterti a reti di annunci di terze parti come AdMob, Ad Manager o Facebook. GoodBarber recupererà e visualizzerà automaticamente gli annunci. 
  • Inserimento di annunci di vendita: Questa soluzione è adatta sia alle aziende con un alto traffico che alla stampa locale. In primo luogo, è necessario installare l'add-on (gratuito) Internal ads. Questa funzione ti permette di creare i tuoi annunci. Potrebbe essere più interessante per te trattare direttamente con gli inserzionisti e/o le aziende locali per vendere gli annunci nella tua app. Puoi trovare marchi che si adattano alla tua nicchia e offrire loro di inserire annunci per i loro prodotti o servizi sulla tua app. Se sei un giornale locale, eventi locali o festival potrebbero essere un'altra opzione.
Gli annunci in-app vengono visualizzati nei seguenti formati:
Interstitial: È un annuncio a tutto schermo. Gli annunci interstiziali vengono mostrati dopo che un utente ha completato 3 azioni tra la pagina dell'elenco/widget e la pagina di un articolo. 
Banner: questo annuncio viene visualizzato negli elenchi e negli articoli. Per esempio, in una sezione di articoli, il banner appare in fondo alla lista degli articoli. Quando l'utente clicca per vedere un articolo, il banner viene visualizzato in fondo all'articolo.
Puoi scoprire di più su come impostare i tuoi annunci in questo articolo .  
Tuttavia, con l'aumento della popolarità degli ad blocker, la visualizzazione degli annunci deve essere trattata con attenzione.  
Quindi, passiamo alla nostra prossima soluzione per monetizzare la tua app di notizie: gli abbonamenti

Acquisti in-app: il modello di abbonamento

L'In-App Purchase è diventato molto popolare e redditizio. Essi rappresentano quasi il 50% (48,2%) delle entrate generate dalle app mobili. Questo è più delle entrate pubblicitarie (14%) e dei download a pagamento (37,8%). E tra le diverse categorie di acquisti i-app, il modello di abbonamento è il più popolare. Infatti, gli abbonamenti offrono vantaggi sia per te che per i tuoi utenti. Ti forniscono un reddito ricorrente e affidabile, nonché un pubblico più fedele e impegnato. Per i tuoi utenti, l'acquisto in-app offre una grande esperienza e un valore aggiunto senza dover lasciare l'app. Non c'è bisogno di inserire i dati della carta, tutto è collegato ai loro account sulle rispettive piattaforme (iOS o Android).
Ora che conosci i vantaggi di monetizzare la tua app di notizie con gli abbonamenti, è il momento di pianificare la tua strategia. 

L'add-on per gli acquisti in-app di GoodBarber ti offre la possibilità di definire esattamente come vuoi che i tuoi contenuti siano accessibili: cosa vuoi offrire gratuitamente, quali contenuti devono essere pagati, la durata del periodo di abbonamento, ecc.

Quale strategia applicare per limitare i tuoi contenuti?

Hai tre opzioni:
  1. Limitare tutti gli articoli e lasciare un paragrafo visibile in modo che gli utenti possano vedere il contenuto in anteprima. Un abbonamento sarà richiesto per leggere il resto dell'articolo. Questa è una strategia usata da molte se non dalla maggior parte delle app in questo settore.
  2. Se la tua app ha più sezioni di articoli, lascia alcune categorie libere e sempre accessibili, mentre altre richiederanno un abbonamento per essere visibili. Per esempio, una tipica app di notizie avrà queste sezioni: Ultime notizie o notizie quotidiane, Politica, Sport, Ambiente Intrattenimento, e Meteo. ha senso limitare le categorie che sono più rilevanti per gli utenti in base al target (Politica, Notizie, Ecologia) e lasciare le categorie Meteo e Intrattenimento accessibili a tutti, senza un abbonamento. 
  3. Che ci sia una sola categoria o diverse, hai anche la possibilità di lasciare alcuni articoli accessibili liberamente. Questo dà ai tuoi lettori la possibilità di scoprire di più sull'applicazione, e capire se sono interessati ad abbonarsi. `in questa situazione, limita gli articoli più approfonditi come l'inchiesta, i temi forti, o le notizie esclusive e lascia gli articoli più tradizionali accessibili senza abbonamento.
Che tipo di abbonamenti? 

Una volta che hai deciso per quale strategia optare per limitare i tuoi contenuti, è il momento di decidere quali tipi di abbonamenti offrire.
L'ideale è proporre diverse durate di abbonamento, con diverse fasce di prezzo, per soddisfare un massimo di utenti. 
Una buona pratica è quella di proporre delle tariffe crescenti in funzione della durata.  In generale, più la durata dell'abbonamento è lunga, più il prezzo diventa interessante.
  • Abbonamento settimanale: È generalmente meno costoso a prima vista poiché è di breve durata. È destinato a un pubblico che cerca un contenuto particolare ma che non sarà necessariamente interessato a lungo termine. Hanno solo un interesse puntuale per il tuo contenuto.
  • Abbonamento mensile: Questo è generalmente il più popolare perché offre un prezzo intermedio. La maggior parte degli abbonamenti, non importa per quale prodotto o servizio offrirà un abbonamento mensile.  I tuoi lettori saranno già abituati a questo formato. Gli utenti che si abbonano a questo piano hanno anche la probabilità di rimanere più fedeli.
  • Abbonamento annuale: Questo è il livello superiore, generalmente l'opzione più costosa, ma anche la più vantaggiosa.  Poiché è a lungo termine, il prezzo di solito include uno sconto (12 mesi al prezzo di 10 per esempio). Tuttavia, alcuni utenti sono riluttanti a sottoscrivere questa opzione, perché non vogliono pagare una grande somma in una volta sola. Gli abbonati a questa offerta saranno i più fedeli. Dato che il loro abbonamento sarà effettivo per un anno intero, avranno il tempo di conoscere veramente la tua app, il tuo contenuto e molto probabilmente diventerà parte della loro vita quotidiana. Leggere le notizie sulla tua app diventerà un'abitudine e vorranno mantenerla tale e rinnovare il loro abbonamento in futuro.
L'importanza della prova gratuita.

Non importa la strategia che hai applicato per limitare il contenuto della tua app, un fattore chiave per convincere gli utenti ad acquistare un abbonamento è la prova gratuita.  Tu stesso, molto probabilmente hai usato la nostra prova gratuita di 30 giorni per provare la nostra piattaforma prima di acquistare il tuo piano. Lo stesso vale per i tuoi lettori. 

Nel tuo back office di GoodBarber, per ogni abbonamento che imposti, puoi associargli un periodo di prova. Si tratta di un periodo durante il quale l'utente ha accesso ai contenuti premium autorizzati dall'abbonamento scelto, senza essere addebitato.

Il periodo di prova è un elemento molto importante in una campagna di marketing. È una proposta senza rischio e senza impegno per il consumatore, che gli permette di provare la versione premium dell'app prima di pagare. Inoltre, ti dà un'idea dell'esperienza dell'utente, se l'app è piaciuta, e se necessario adattare l'app di conseguenza. 

Il periodo di prova deve essere adattato al contenuto offerto e alla frequenza di pubblicazione dei contenuti dell'app: 
Se vengono aggiunti regolarmente nuovi contenuti all'app, il periodo di prova può essere abbastanza lungo. Questo permette all'utente di avere il tempo di apprezzare l'app, di creare un'abitudine e di vedere realmente il tipo di contenuto pubblicato su un periodo più lungo. Sapere che nuovi contenuti vengono pubblicati regolarmente creerà un bisogno per l'utente di averne accesso, e quindi di abbonarsi. 
Se il nuovo contenuto non viene pubblicato frequentemente, un periodo di prova più breve è più appropriato. Se l'utente ha il tempo di leggere tutti i contenuti offerti dall'app durante il periodo di prova, non vedrà alcun interesse ad abbonarsi. 
Per esempio: Se vengono pubblicati nuovi contenuti ogni giorno, il periodo di prova può essere di diverse settimane, mentre sarebbe di pochi giorni se i contenuti vengono pubblicati ogni mese. 

In generale, per un abbonamento settimanale, il periodo di prova è di 3 giorni, per un abbonamento mensile è di una settimana e per un abbonamento annuale è spesso di 15 giorni
Il nuovo add-on per l'acquisto in-app di GoodBarber è una funzione molto dettagliata e completa che ti aiuterà a creare e limitare i contenuti, pianificare la giusta strategia per il tuo abbonamento e promuoverlo. Per esempio, il Premium Sticker è un ottimo strumento di marketing per far sapere ai tuoi lettori quali contenuti sono esclusivi per gli abbonati. 
Seguendo i suggerimenti di cui sopra, sei sulla buona strada per diventare un proprietario di app di notizie di successo. 


Se non hai ancora creato la tua app, puoi trovare tutti i consigli per costruire un'app di notizie di successo qui .
Trovi diversi aiuti online relativi agli acquisti in-app per aiutarti a impostare tutto nella tua app GoodBarber.