I genitori possono diventare un nuovo target attraverso i figli: come?

Written by on Giovedì 26 Marzo 2015

Tutti sono a conoscenza di quanto meraviglioso sia il rapporto tra i bambini ed i loro genitori. Un rapporto forte e bello, che niente (o quasi) potrà mai modificarlo... Inoltre, lasciatemelo dire, è una cosa positiva anche per gli affari! "Perché?" Chiederete voi... Semplicemente perché se i bambini sono troppo giovani per consumare, i loro genitori saranno felici di farlo anche per loro, e non si sentiranno in colpa. Acquistare qualcosa per il benessere dei più piccoli, invece che degli adulti, fa la differenza.

Il cambiamento sta arrivando in questi anni con l'emergere di sempre nuovi strumenti tecnologici adatti ai bambini. Questo mercato è in continua crescita e l'industria ha sempre più interesse nelle opportunità che rappresentano i bambini in termini di vendite. I genitori di oggi fanno parte della generazione che è cresciuta con internet e la tecnologia, per questo motivo diventa naturale utilizzare questi strumenti per l'educazione dei figli. I wearable devices, le applicazioni per i mobile, ecc sono innovazioni adattabili anche al settore infantile, e possono attrarre la nuova generazione di genitori attraverso tre fondamentali caratteristiche. Vediamole insieme.
I genitori possono diventare un nuovo target attraverso i figli: come?

1/ I genitori sono ansiosi

È un dato di fatto: i genitori sono sempre più preoccupati per i loro figli. Quando sono neonati le preoccupazioni maggiori sono: la salute va bene? Dorme tanto? Negli anni le domande cambiano e diventano sempre più presenti: che cosa sta facendo? È arrivato sano e salvo a scuola? 

Preoccupazioni o necessità di controllare le azioni dei figli, nel momento in cui sono lontano da loro e si chiedono costantemente se tutto procede in maniera normale.

Ecco che le nuove tecnologie arrivano per fornire la soluzione!

 
I genitori possono diventare un nuovo target attraverso i figli: come?

Ad esempio per quando il bambino è nato, sono già disponibili molti oggetti tecnologici che permettono ai genitori di controllare l'ansia cronica. Dal patch collegato per monitorare la temperatura del bimbo, al monitor per la salute che predice il sonno, ai peluche con la telecamera, tutto quello che possiamo immaginare!

Dal GPS integrato negli abiti all'orologio connesso, sono tantissime le scelte di wearable devices dedicate ai bambini. Questi accessori collegati stanno creando scompiglio e curiosità nel mondo degli adulti, in particolar modo tramite l'Apple Watch, che va bene anche per i più piccoli. L'orologio Jumpy, ad esempio, a breve sarà disponibile nei negozi. Offre molte caratteristiche: l'ora, ma si può trasformare in un tracker di attività, telefono, console per i videogiochi, controllo per altri dispositivi collegati via bluetooth, ecc.

Cosa chiedere di più?
 

2/ I genitori alcune volte hanno bisogno di aiuto

I genitori sono come tutti gli altri, non possono gestire tutto. Al fine di riposare un po' senza sentirsi in colpa, una soluzione potrebbe arrivare dalla tecnologia. Possiamo ammetterlo: avere dei figli può essere anche stressante, se poi parliamo di educarli... Immaginate tutte le cose che bisogna insegnare loro, per non parlare del fatto che spesso i piccolini saranno essere riluttanti se qualcosa non li interessa. I genitori sono costantemente alla ricerca di suggerimenti per attirare l'attenzione dei bambini e rendere l'apprendimento tra le attività quotidiane più piacevoli e divertenti.

ChoreMonster, il sito, fornisce una serie di applicazioni per il mobile per ispirare i bambini ad aiutare con le faccende domestiche, attraverso un premio virtuale ricevuto per ogni attività compiuta, permettendo loro di accedere ai successivi giochi.

Altri problemi educativi possono essere risolti con la tecnologia, come l'eterno problema di lavare i denti, o la pigrizia che spesso hanno i piccoli.

3/ I genitori hanno i figli più belli del mondo

È un fatto generale che riguarda tutti i genitori del mondo: "ogni scarrafone è bello a mamma sua" (il bambino appena nato viene considerato da tutti il più bello sul pianeta). In passato i genitori si accontentavano di dimostrare in modo sistematico, durante ogni conversazione, la foto del bambino tenuta in modo impeccabile nel loro portafoglio. Ora le cose sono cambiate ed il nuovo "parco giochi" dei genitori è il social network - circa il 62% delle neomamme (con bimbi sotto i 3 anni) ha pubblicato più foto dei propri bambini nella rete nel 2014 (Microsoft Resarch).

Che ci crediate o meno, questa caratteristica dei genitori potrebbe essere sfruttata! Un giovane studente olandese ha creato anche il New Born Fame permettendo ai bambini di farsi dei selfies e metterli direttamente online. Il prodotto ha la forma di un telefono all'interno di diversi peluche, che scattano foto e selfie quando il bambino li tocca e li inviano direttamente su Twitter, Instagram o Facebook...

È un tipo di prodotto che può essere considerato eccessivo dato che è difficile immaginare che i genitori possano controllare tutti i contenuti delle immagini pubblicate. Un rimedio potrebbe essere inviare le immagini sui telefoni dei genitori, che decideranno se renderle pubbliche o meno.

Insomma, per ogni problema c'è una soluzione! 
 


L'avrete capito, i bambini rappresentano una bella fetta del mercato nella quale è facile inserirsi e toccare i consumatori reali, i genitori.
Questo mercato offre molte opportunità che non sono state sfruttate, e sono in costante evoluzione in parallelo con il progresso tecnologico.
Siate furbi e pensate anche a queste possibilità!

Tradotto da Silvia Maculan



Inserisci la tua email