5 cose che i nostri rivenditori hanno imparato nel 2022

il 

È giunto il momento di analizzare i risultati ottenuti dai rivenditori di app nel corso dell'anno. Le vendite e le richieste di app hanno raggiunto livelli molto elevati. Per questo motivo, abbiamo deciso di fare un riassunto degli insegnamenti ricevuti dai rivenditori in questo anno intenso. Naturalmente, non esitate a prendere ispirazione da questi consigli per creare la vostra strategia per il 2023.

1. Diversificare il proprio portfolio

In quanto rivenditori, buona parte del vostro tempo è dedicata alla promozione delle app e alla vendita dei vostri servizi. Spesso vi troverete a presentare il vostro lavoro a potenziali clienti e a dover mostrare degli esempi, che possono essere app di clienti esistenti, ma anche app demo.  

Perché è importante avere delle app demo?

Innanzitutto, all'inizio non si hanno riferimenti di clienti o se ne hanno pochi. È quindi utile creare app demo per mostrare la propria esperienza e dimostrare di avere uno strumento affidabile. I clienti potranno così immaginare la loro futura app. Naturalmente, ognuno avrà la propria visione, i propri gusti e i propri desideri. Ma tenete presente che i vostri clienti non hanno necessariamente una visione precisa di ciò che vogliono e le app demo offrono un quadro rassicurante per convincerli.  

In secondo luogo, disporre di app dimostrative può portarvi a esplorare nuovi settori commerciali senza dover aspettare una referenza. Questo vi consentirà di ampliare più rapidamente la vostra base di clienti. 

Le app demo hanno il vantaggio di essere totalmente a vostra immagine e somiglianza. Quando costruite un'app per un cliente, non sarete responsabili al 100% del risultato finale. Inoltre, di solito l'aggiornamento del contenuto dell'app spetta al cliente. Se non è rigoroso in questo compito, rischiate di mostrare ai potenziali clienti un'app non aggiornata. Con le vostre app demo, siete voi a decidere i contenuti e la grafica. Inoltre, potete aggiungere tutte le ultime funzionalità appena sviluppate da GoodBarber per mostrare app con tutte le funzioni che potete vendere. È lo stesso principio dell'autosalone di un concessionario: i veicoli dimostrativi devono mostrare il maggior numero possibile di opzioni per far sì che il cliente desideri avere la stessa auto. 

Infine, vi consigliamo di pubblicare le app demo, almeno sul web. Questo può essere fatto in pochi clic con GoodBarber. Avrete la possibilità di condividere il link delle Web App con i vostri clienti e lead, in modo che possano conservarlo dopo la vostra visita come un volantino virtuale. E se volete andare oltre, potete anche pubblicare le vostre app sugli store. Sappiamo che pubblicare un'app sugli store può richiedere tempo, ma vi consigliamo di pubblicarne almeno una, ad esempio l'app della vostra agenzia. Servirebbe come app di prova, ma vi permetterebbe anche di rimanere in contatto con i vostri clienti. Infatti, se questa app viene aggiornata spesso con contenuti interessanti, vi permetterà di inviare messaggi al vostro pubblico. Sarete in grado di implementare e applicare la stessa strategia che consigliate ai vostri clienti, e questo vi darà ancora più credibilità. 

2. Come presentare un'app?

Come abbiamo visto in precedenza, spesso dovrete spiegare che è possibile creare un'app in tempi rapidi a un costo moderato e, allo stesso tempo, dovrete convincere che è proprio la vostra agenzia a dover realizzare questa app. 

Un pitch deve essere breve, per definizione. Questo anglicismo deriva dall'espressione "Elevator Pitch", che significa che il discorso di presentazione dei vostri servizi non deve essere più lungo di un giro in ascensore. In generale, un buon pitch non è più lungo di 1minuto - 1 minuto e 30. L'obiettivo è mantenerlo breve e fare in modo che il pubblico voglia saperne di più e contattarvi in seguito. 

Il fatto che la presentazione sia breve non significa che dobbiate affrettarvi. Al contrario, più è breve, più è difficile da preparare. Dovete descrivere chiaramente ciò che offrite, far sì che la persona che avete di fronte voglia saperne di più e riflettere i valori della vostra azienda. È un esercizio complicato. Dovete mescolare il razionale e l'emotivo. Non cercate di vendere un'app in 1 minuto e 30: è impossibile! L'obiettivo deve essere chiaro: stuzzicare la curiosità del vostro interlocutore affinché accetti di andare avanti con voi. 

Ecco alcune idee per migliorare il vostro pitch: 

Quale problema stiamo risolvendo? Passiamo in media 4 ore al giorno al cellulare. Qualsiasi azienda o associazione deve essere presente sul cellulare. 
Qual è il vantaggio di usare una piattaforma di creazione di app come GoodBarber? Grazie alla sua tecnologia avanzata, il nostro strumento vi offre la possibilità di creare un'app in grado di competere con i più grandi marchi a un costo 20 volte inferiore. La nostra piattaforma è mutualizzata e i costi di sviluppo sono condivisi tra tutti i nostri clienti. Per questo motivo offriamo una tecnologia affidabile, facile da usare e in costante evoluzione grazie alle economie di scala che realizziamo. Così avrete un'app potente a un costo ragionevole.  
Che cos'è un'app nativa? Un'app sviluppata nel linguaggio di programmazione del sistema operativo degli smartphone (iOS o Android). Le app possono essere scaricate dall'App Store e dal Play Store. Offrono un'esperienza d'uso ottimale sui dispositivi mobili. 
Perché avere un'app nativa? L'esperienza utente di un'app nativa è la migliore su mobile. Inoltre, una volta scaricata sullo smartphone, l'app viene usata molto più di un sito web. Infine, l'app nativa permette di inviare notifiche push personalizzate. 
Perché creare app demo? Ne abbiamo parlato nel capitolo precedente. In un pitch, il messaggio deve avere un impatto rapido. Quindi si può usare un'app demo per migliorare il discorso, per unire l'immagine alla parola. 

E, naturalmente, dovete provare il vostro discorso molte volte per conoscerlo alla perfezione e vedere le reazioni del vostro pubblico. Esercitatevi con i vostri familiari, amici... 

3. Come rispondere all'obiezione "È troppo caro".

Se ricevete un'obiezione di questo tipo, significa che siete riusciti a convincere un potenziale cliente ad ascoltare la presentazione dei vostri servizi. Complimenti! 

Ma se il vostro interlocutore vi dice "è troppo caro!!!" all'inizio di un incontro, significa che avete già commesso un errore. Facciamo un passo indietro.  

Durante un colloquio o una presentazione con un cliente, dovete iniziare a capire quali sono le sue esigenze e definire il quadro della discussione. Ecco perché l'obiettivo è porre il maggior numero possibile di domande per assicurarsi di rimanere nell'ambito delle esigenze del proprio interlocutore. 

Una volta che avrete una base di discussione trasparente e che avrete compreso i problemi del vostro interlocutore, avrete più armi per negoziare.  

Una delle prime strategie è rispondere: "È più caro rispetto a cosa? Attenzione, è difficile rispondere senza essere arroganti. È un azzardo, ma metterà subito in dubbio il cliente, che dovrà comparare il costo a quello di un altro servizio, o peggio, rispetto alla possibile perdita generata da una mancata presenza su mobile. 

Ecco alcuni argomenti che vi aiuteranno ad argomentare e giustificare il vostro prezzo:
  • Un investimento ragionevole:
Soppesare il prezzo vi aiuterà a dimostrare che costruire un'app con voi è un investimento ragionevole. Infatti, grazie a GoodBarber, avete la possibilità di applicare tariffe moderate. La creazione di un'app personalizzata costa molto di più. Perché? Innanzitutto, le tecnologie delle app sono più complesse e meno diffuse di quelle del web. Per il momento, gli sviluppatori nativi sono più ricercati di quelli web. Inoltre, per una singola app è necessario codificare in due lingue diverse. Un linguaggio per Android e un altro per iOS. Ciò significa che i tempi di sviluppo si raddoppiano. Infine, oltre alla codifica di un'app, è necessario inviarla agli store. Questo richiede più tempo rispetto alla messa online di un sito web e richiede competenze specifiche. Con GoodBarber questi vincoli vengono eliminati. 

Pertanto, è possibile offrire tariffe più basse rispetto a quelle di un'app personalizzata. Inoltre, il cliente non dovrà sostenere costi nascosti per l'hosting o gli aggiornamenti della piattaforma. Tutto è incluso. Anche gli aggiornamenti. Potete garantire al cliente di fornire uno strumento in grado di evolvere in termini di funzionalità ed ergonomia. 

Infine, in fase di negoziazione e grazie al fatto di avere un costo omogeneo (l'abbonamento a GoodBarber offre un numero illimitato di app), potete adattare le vostre tariffe in base alla durata del contratto proposto al vostro cliente. Si può anche immaginare di fare offerte con un costo variabile in base alle opzioni usate dal cliente. Sarà anche possibile addebitare un costo per l'uso delle Push, ad esempio, o in base all'assistenza offerta. Siate creativi nell'elaborazione delle vostre tariffe, questo faciliterà la negoziazione.
  • Un ROI ottimale
Un'app offre un interessante ritorno sull'investimento perché vi permette di raggiungere un pubblico mirato e qualitativo. Tuttavia, questo non vi impedisce di proporre ai vostri clienti opzioni per generare reddito direttamente nell'app.
  • Pubblicità: GoodBarber propone di integrare una rete pubblicitaria interna o esterna. La pubblicità esterna è un'integrazione con i sistemi pubblicitari di Google o Facebook. Il cliente crea un account con queste aziende e queste visualizzano gli annunci sull'app. Il proprietario dell'app viene pagato sotto forma di commissioni in base ai clic generati. La pubblicità in-app permette al cliente di creare le proprie app e di venderle al prezzo desiderato.
  • Carta fedeltà e coupon: Questa funzione offre la possibilità di creare campagne di coupon o di integrare una carta fedeltà nell'app. Queste due opzioni hanno un impatto diretto sulla fedeltà di un'attività fisica. Inoltre, le statistiche permettono di quantificare le prestazioni dell'app.
  • eCommerce: un'app di eCommerce converte 3 volte di più di un sito web mobile. Questo è un buon argomento. Creando un'app di eCommerce per un cliente, gli offrite la possibilità di integrare un mercato in crescita e di quantificare direttamente il ritorno sull'investimento della sua app.

4. Preparate i vostri clienti al successo

Parte del vostro lavoro consiste nel promuovere la vostra agenzia e i vostri servizi. Il marketing e le relazioni con i clienti fanno parte del vostro know-how. Sfruttate le vostre competenze per condividerle con i vostri clienti. 

Come abbiamo visto sopra, potete aggiungere servizi oltre all'app stessa. E se avete buone competenze nel settore, potete anche diventare consulenti di marketing.  

Prima di tutto per aiutare i vostri clienti nel rapporto con loro:
  • Tenere d'occhio il mercato: Sembra ovvio, ma a volte siamo così presi dalla gestione quotidiana che dimentichiamo le basi. Ascoltare il mercato e le tendenze. Se avete una base regionale o una particolare specializzazione, potete fungere da esperti per i vostri clienti. Potete fornire loro un benchmarking sul web, una ricerca sui social media e un'analisi della concorrenza... L'obiettivo è aiutarli a prendere decisioni basate su ciò che accade nel loro mercato. Potete anche fornire white paper o studi di settore con statistiche. Date un'occhiata alla nostra pagina delle risorse per trarre ispirazione. 
  • Sfidate i vostri clienti: A volte i clienti si adagiano ma, al giorno d'oggi, tutti i tipi di aziende devono essere digitalizzate. Anche i negozi locali hanno interesse ad avere un'app. Ma un'app deve essere animata, altrimenti non avrà alcun risultato. È quindi interessante scuotere i clienti nelle loro abitudini, incoraggiandoli a pubblicare notizie sull'app e sui social network. Educandoli alla comunicazione digitale aumenterete le possibilità di successo.
  • Educateli alle buone pratiche: La comunicazione con i vostri clienti deve essere regolare. Inoltre, deve essere pertinente e adatta al loro target. Per questo motivo, dando loro consigli su come gestire la loro app e i dati dei clienti, avrete più possibilità di successo.
Poi, dovete fare tutto il possibile per portare un pubblico ai vostri clienti:
  • Ottimizzazione dell'AppStore: Per far apparire un'app in cima ai risultati di ricerca sugli Store, a differenza del web, la parte tecnica non entra in gioco. Si tratta solo di avere una buona presentazione, descrizioni ottimali e buone recensioni. È quindi necessario lavorare sulla presenza online dell'app. Le schermate e le foto di presentazione devono avere un aspetto eccellente. Nelle descrizioni, usate il maggior numero possibile di campi a vostra disposizione. Parole chiave e tag sono molto importanti. Mettetevi nei panni dell'utente finale. Il vostro cliente non conosce tutte le specifiche della pubblicazione sugli store. Spetta a voi, in quanto esperti, ottimizzare il più possibile la pubblicazione. Suggerimento: per ottenere valutazioni e download, usate la vostra rete. Potete anche impostare una strategia win-win per tutti i vostri clienti. Motivateli a lasciarsi commenti positivi a vicenda, per generare un effetto a catena.
  • Approfittate delle Pagine di prodotto personalizzate di iOS 15: Grazie a questa nuova funzione introdotta con iOS 15, i vostri clienti avranno più possibilità di adattare le loro offerte al loro pubblico di riferimento. Potrete creare per loro fino a 35 pagine diverse.
  • Aggiornamenti negli Store: Questo aspetto non porta nuovi utenti, ma è essenziale pensarci perché i vostri clienti saranno insoddisfatti se la loro app inizia a presentare bug. Inoltre, gli store a volte rimuovono le app che non vengono aggiornate da molto tempo. Infine, se l'app viene aggiornata spesso, sarà meglio posizionata nei risultati di ricerca. Vi consigliamo quindi di assicurarvi che le app dei vostri clienti siano regolarmente aggiornate.
  • Campagne di marketing: Il vostro status di esperti di marketing e tecnologia per i vostri clienti vi mette in una buona posizione per lanciare azioni di marketing per loro. Le campagne via e-mail possono avere buoni risultati, ma grazie all'app avrete anche la possibilità di lanciare campagne di Push Notification.
  • Pensare offline: Anche se il vostro core business è digitale, a volte l'offline può essere appropriato per la promozione di un'app. Questo è spesso il caso delle app di prossimità e il risultato può essere un efficace download in-app.
Naturalmente, non esitate ad aggiungere strategie che conoscete bene o che avete già testato con altri clienti. 

5. Nuove funzionalità che fanno la differenza

GoodBarber ha rilasciato molte nuove funzionalità nel corso di questo anno 2022. Uno dei cambiamenti più significativi è il lancio dell'Extension Store. Una libreria di opzioni (gratuite o a pagamento) che possono essere aggiunte a ogni app. Si tratta di un'opportunità per fare offerte differenziate. In questo modo si fa pagare l'aggiunta di determinate "estensioni". 
  • Acquisti in-app: Una delle opzioni più attese dell'anno. Con gli acquisti in-app, i proprietari di app possono bloccare l'accesso a determinate sezioni di contenuto e renderle a pagamento, che avviene direttamente "in-app" per un'esperienza di acquisto ottimale. L'attrito durante l'acquisto è limitato al minimo. Questa opzione consente di vendere solo abbonamenti, che promettono un reddito ricorrente. Questo farà la gioia dei creatori di contenuti, come allenatori e educatori di ogni tipo. 
  • Prenotazione degli appuntamenti: un'altra opzione molto richiesta. D'ora in poi, un nuovo target è aperto a tutti i saloni di bellezza, parrucchieri, barbieri e altri. Non esitate a creare un'app dimostrativa con questa funzione, l'effetto "wow" con i vostri clienti è garantito. 
  • Zona di consegna per raggio: Alcune attività di consegna, in particolare i fast food, sono talvolta limitate a causa della selezione delle aree di consegna per codice postale. Il nostro team ha recentemente trovato una soluzione a questo blocco. Consegna per raggio chilometrico. È sufficiente determinare un cerchio sulla mappa in cui si trova l'area di consegna. Questa opzione soddisferà senza dubbio le aziende di consegna rapida intorno a voi. 
  • Sistema di design: Con GoodBarber siete abituati a creare "app belle". Il nostro team di prodotto ha migliorato ulteriormente il nostro sistema di design nel corso di quest'anno 2022, in modo da poter offrire app graficamente belle e ancora più personalizzate ai vostri clienti. 
  • Integrazione Zapier e Make: questi sistemi di API no-code faranno la gioia di coloro che hanno profili più "fai da te" ;) Grazie all'integrazione di GoodBarber con queste piattaforme, potrete offrire connettori con soluzioni esterne senza dover ricorrere ai codici.  
  • Integrazione Shopify: Questo connettore è offerto dal nostro team Service+. Comporta un costo aggiuntivo perché si tratta di un'integrazione personalizzata ogni volta. Questa opzione può permettervi di raggiungere un target di utenti Shopify e di offrire loro un'app nativa. Un'opportunità in più per crescere. 
  • Tawk.to: Molti dei nostri clienti usano la nostra estensione di chat. Questa estensione serve solo per le interazioni tra gli utenti dell'app. Inoltre, grazie all'integrazione con Tawk.to, è possibile creare una chat tra l'amministratore dell'app e gli utenti finali, come una chat di assistenza o di vendita.  
Se non trovate quello che cercate nella nostra ampia gamma di funzioni, potete rivolgervi al team di Service+ per sviluppare opzioni personalizzate.