Sei qui:   Contenuto / Notifiche - Push, Beacons, Geofencing / Beacons E Geofences

Richiedi l'accesso alla posizione in background per il tuo geofence - Android

Da ottobre 2020, per utilizzare la posizione in background sull'app Android (ovvero localizzare l'utente anche se l'app non è attiva ma funziona solo in background sul telefono dell'utente) Google deve consentirlo. 
Per questo è necessario ottenere l'approvazione di Google per l'accesso alla posizione in background della tua app.

La posizione in background non viene utilizzata di default sulle app di GoodBarber, a meno che non sia stato aggiunto l'add-on geofences nel back office.

In questa guida online elenchiamo quello che devi fare per utilizzare l'add-on geofence sulla tua app e ottenere l'approvazione per l'accesso alla posizione in background.

Per maggiori dettagli, leggi la documentazione di Google: https://support.google.com/googleplay/android-developer/answer/9799150


1

Fornire informazioni di rilievo in-app

"È necessario fornire un'informativa in-app sull'accesso, la raccolta, l'utilizzo e la condivisione dei dati. 
L'informativa DEVE includere i seguenti elementi:
- Il termine "ubicazione"
- Indicazione che la natura dell'utilizzo è in background, utilizzando una delle seguenti espressioni: "background" / "quando l'app è chiusa" / "sempre in uso" / "quando l'app non è in uso".
- Un elenco di tutte le caratteristiche che utilizzano la posizione in background".


Imposta la tua informativa in-app:
1. Vai al menu Impostazioni >  Impostazioni Compilazione  del tuo back office
2. Modifica il messaggio predefinito sotto "Messaggio di avviso di geolocalizzazione".
3. Ricostruisci la tua app Android per applicare la modifica dal menu Pubblica > App Android > Pubblica che genererà una nuova versione della tua app Android.


2

Informativa sulla privacy

"L'aggiunta di una politica sulla privacy alla scheda dello Store della tua app aiuta a fornire trasparenza sul modo in cui tratti i dati sensibili degli utenti e dei dispositivi. L'informativa sulla privacy deve, come qualsiasi informativa in-app, divulgare in modo completo il modo in cui l'app raccoglie, utilizza e condivide i dati degli utenti, compresi i tipi di soggetti con cui viene condivisa. Si consiglia di consultare il proprio rappresentante legale per consigliare l'utente su ciò che è necessario".

Poiché la tua app utilizza la posizione in background quando imposti l'add-on Geofences, la politica sulla privacy deve contenere le opportune informazioni correlate. Assicurati di aggiungerle alla politica sulla privacy .


3

Fornire una dimostrazione video

"Come parte della dichiarazione dei permessi, è necessario fornire un link a un breve video che mostra la funzione location-based nella vostra app che richiede l'accesso alla posizione in background (mentre l'app non è in uso)".

Fondamentalmente, è necessario registrare un video della schermata della tua app che mostri:
1. La finestra di dialogo dell'informativa in-app visualizzata dagli utenti (descritta sopra)
2. Quando si riceve una notifica push tramite l'add-on geofence per giustificare l'uso della posizione in background (mentre l'app non è in uso).

3. Utilizza la versione Android Ad-Hoc (versione di prova della tua app) per creare il video.

La durata consigliata è di 30 secondi o meno. Un link YouTube è il formato video preferito, ma sono supportati anche i link di archiviazione di Google Drive, mp4 o altri formati di file video comuni.


4

Dichiara il permesso per la tua app

Procedimento in modalità Solo:

Il modulo di dichiarazione dei permessi viene visualizzato durante il processo di rilascio se l'app include un APK che richiede un permesso per il quale non è stata fornita una dichiarazione dei permessi a Google Play.

Se si dispone di APK attivi che richiedono una dichiarazione di autorizzazione, viene visualizzato un avviso nel menu a sinistra sotto Store Presence > App Content del Play Store.
Non puoi pubblicare alcuna modifica alla tua app, incluse le modifiche alla tua Store Presence (ad esempio Store Listing, Pricing & Distribution) finché non affronti questo avviso creando una release che includa una Dichiarazione dei Permessi.

1. Apri la console Google Play .
2. Seleziona la tua app
3. Vai al menu Politica > Contenuto dell'applicazione
4. Fare clic su "Avvia" sotto "Autorizzazioni per applicazioni sensibili" e compila il modulo:
- Android P o più vecchio: Seleziona 
- Conformità alla politica: Seleziona Sì, questa applicazione soddisfa la politica dei permessi di localizzazione
- Scopo dell'applicazione: spiega qual è lo scopo principale della tua applicazione
- Accesso al luogo: Spiega perché l'app ha bisogno di accedere alla posizione in background (come si utilizza l'add-on geofence)
- Istruzioni video: Fornisci il link al tuo video (vedi punto 3 sopra)
5. Fai clic su "Salva"


Procedimento con il servizio "Se ne occupa GoodBarber":

1. Quando compili il modulo per richiedere la generazione (compilazione) della tua app Android, dovrai indicare:
- Scopo dell'app: Spiega qual è lo scopo principale della tua app.
- Accesso alla posizione: Spiega perché la tua app ha bisogno di accedere alla posizione in background (come usi l'add-on geofence).
- Lascia l'URL del video vuoto per ora.

2. Una volta che la tua app è stata generata, crea il tuo video utilizzando la versione ad hoc generata (vedi passaggio 3 sopra)
3. Aggiungi l'URL del video in questo modulo e salvalo (l'URL del video è obbligatorio per poter inviare la tua app al Play Store).
4. Chiedi l'invio della tua app al Play Store.