Agency Spotlight: l'integrazione digitale vista da DraculApp, un'agenzia al top!

Written by on Giovedì 19 Gennaio 2017

Agency Spotlight: l'integrazione digitale vista da DraculApp, un'agenzia al top!
La storia di successo di oggi ha un nome particolare e piuttosto terrificante: DraculApp. Un'agenzia che opera in Italia e nel medio oriente e che ci ha colpito per il suo sito web veramente notevole e per un portfolio di tutto rispetto. Impossibile non dedicare loro uno spazio nella nostra rubrica.
 

Parlaci di DraculApp e di com'è nato questo progetto...

Cos'è DraculApp? Siamo la prima azienda di integrazione digitale di cui siamo a conoscenza, operiamo nella comunicazione digitale e nel mobile dal 2010. Il nome viene ovviamente dal Dracula di Bram Stoker (siamo anche dei fan del film di Coppola che ha tratto ispirazione dal romanzo). Il nostro primo progetto è stato la digitalizzazione del prodotto più antico che puoi immaginare: un libro.

Le applicazioni sono parte essenziale del nostro business fin dalla nostra nascita, di fatti la prima app che pubblicammo è del lontano 2008, RomaEuropa. Si trattava di un'applicazione mobile sviluppata per il Festival Romaeuropa, con notizie, informazioni sull'evento e con al suo interno un gioco. Nel corso degli anni abbiamo modificato la struttura della nostra azienda, coinvolgendo e istruendo molti nostri collaboratori e amici. Dall'Italia ci siamo spostati prima nel Regno Unito, quindi nel medio oriente. Al momento possiamo contare su un piccolo ma solido gruppo di 10 persone suddivise tra l'Italia e Dubai, più una dozzina di collaboratori in Germania, Stati Uniti e UK.

I nostri progetti vanno dagli audio libri interattivi fino alle app per eventi. In Italia ci siamo aggiudicati nel 2011 il 360 Accenture Prospera per l'app Blood Up (non potevamo non sviluppare un progetto con questo nome), un'applicazione che raccoglie tutte le donazioni di sangue su scala nazionale, con un gioco integrato. Il più grande progetto che abbiamo avuto modo di lanciare fino ad ora è l'app Memolingue, un tool per imparare italiano, inglese e cinese. 

Concorsi e seminari sono poi un ottimo modo per entrare in contatto con potenziali clienti. Fu così che ci addentrammo ne mercato mediorientale, soprattutto grazie al quinto posto all'Arab Mobile Challenge svoltosi in Qatar (siamo stati il team non arabo più alto nel ranking di quella manifestazione).

Da allora abbiamo iniziato a offrire una gran varietà di servizi relativi al marketing digitale e soluzioni per il web. Una delle nostre ultime collaborazioni è stata con l'agenzia di eventi The Onlooker, per il lancio della Ferrari GTC4.
 
Scarica qui l'app Ferrari per iOS e Android
 

Qual è stato il vostro primo cliente?

Il nostro primo cliente, durante la nostra fase di espansione (prima del 2013 lavoravamo principalmente per il settore pubblico nazionale dell'UE), è stata un'azienda di distribuzione di software e hardware nel medio oriente per Microsoft e Symantec. Dopo 3 anni di collaborazione abbiamo raggiunto una buona posizione in quest'area, vincendo inoltre 3 premi consecutivi al Reseller Middle East Competition, per la categoria marketing e innovazione. Lo sviluppo di applicazioni è stato un modo per connettere tutti i reseller, aggiornandoli periodicamente, condividendo con loro notizie e informazioni.

Attualmente abbiamo ricreato l'app con GoodBarber, le quali funzionalità sono la chiave di questo nostro progetto. L'app builder ci permette di effettuare modifiche di continuo, riducendo tempi e costi. Lo stesso vale per i nostri clienti. Ad ogni modo bisogna dire che abbiamo scelto GoodBarber dopo un'attenta selezione e analisi di 5 differenti app builder.
 

Per quale motivo i vostri clienti vi hanno scelto?

Siamo in grado di creare soluzioni personalizzate grazie al nostro team di creativi e ingegneri. Il vantaggio principale è il fatto di poter offrire una soluzione che fa risparmiare tempo e denaro ed è inoltre efficace con piattaforme e software esistenti. Crediamo fortemente nella democratizzazione della tecnologia, vogliamo trasformare il mondo in un luogo decisamente più intelligente, provando a cambiare la mentalità delle persone. Le aziende e le organizzazioni pronte a diventare digitali, spesso non hanno conoscenza o accesso ai tool appropriati. 

Devi inoltre considerare che il 20% del nostro  business è dedicato ad attività di consulenza. Amiamo l'arte, i video game e i progetti culturali, per cui siamo abituati a non scartare mai una buona idea o un qualcosa che ci piace, semplicemente per ragioni legate al budget. Attualmente stiamo co-finanziando per un database di film drammatici, mi auguro possa essere disponibili in tempi brevi.
 

Qual è la parte più difficile del vostro lavoro?

La comunicazione sicuramente, è una parte che dobbiamo migliorare. Comunicare correttamente cos'è un integratore digitale come DraculApp è particolarmente difficile. Siamo incredibilmente versatili, cosa che a volte può creare confusione, inoltre la struttura 'agile' della nostra azienda non viene spesso compresa, soprattutto da business non abituati all'esperienza digitale.

Relazionato con questo, i bisogni dei clienti andrebbero guidati attraverso una buona comunicazione. Portando loro a sceglierti e spiegandogli in modo dettagliato la cura e l'attenzione che dovrebbe esserci dietro ogni progetto. Molte persone infatti tendono vedere solo l'ultima parte, quando un progetto può dirsi concluso, senza considerare tutti i passaggi che hanno portato a quel risultato.

La maggior parte dei clienti vorrebbero già tutto pronto, senza errori, senza una reale pianificazione. Tutto questo in tempi ridicoli. Hanno bisogno di essere educati, anche perché spesso si presentano con idee già esistenti e per niente originali. Ed é proprio lí che entriamo in gioco noi con la nostra creatività ;).
 

Cosa diresti ad un business che non vede il valore aggiunto di un'applicazione?

Gli chiederei innanzitutto quante applicazioni utilizzano quotidianamente. Se la risposta è "più di una", significa che non sono molto attenti. Le app si sono convertite in qualcosa di più di un semplice strumento "di moda". Si tratta di una vera e propria soluzione alle sfide che giornalmente puoi trovare nella tua attività, nel tuo 'business process'. Puoi così decidere di cavalcare l'onda digitale o arenarti nella sabbia che hai di fronte a te e guardare gli altri andare avanti.
 

Quali sono le 3 componenti fondamentali per un'app?

Il design prima di tutto: un'app attraente vince su tutto. Ed è per questo motivo che abbiamo deciso di associarci con un'agenzia specializzata in design e branding, Kollektika.

Il concept dell'app deve essere inoltre ben strutturato:
 
  • A cosa serve la mia app? Cosa offre?
  • Che benefici apporta al mio business?
  • Che benefici da ai miei clienti?
Rispondere a queste domande ti aiuta ad avere chiari eventuali problemi, oltre a facilitarti la scelta dei contenuti da integrare. Cosa che ci porta direttamente al nostro ultimo punto.

Una buona strategia di comunicazione (sono ripetitivo, lo so) è la chiave per un'app di successo. I social network, il sito internet, l'applicazione mobile, è importante che vadano tutti nella stessa direzione. 
 

A proposito di Martin

Agency Spotlight: l'integrazione digitale vista da DraculApp, un'agenzia al top!
Martin De Bonis, CIO de DraculApp, laureato in Economia e Marketing all'Università di Bologna, ha completato la sua formazione conseguendo un master sulle fonti rinnovabili in Germania, grazie al suo interesse nella gestione delle tecnologie e dell'apprendimento.

Ha sempre avuto una grande passione per il mondo digitale e, dopo anni di studio e lavoro (e da giocatore di basket semi-professionista), ha deciso di trasferirsi a Dubai per portare avanti questa esperienza con DraculApp.
 

Agency Spotlight: l'integrazione digitale vista da DraculApp, un'agenzia al top!
Martina ci spiega in poche parole la sua filosofia: "La nostra specialità è quella di saper strutturare nuovi mercati. Operiamo per sviluppare dei processi solidi e formare le persone affinché possano esprimere le loro migliori qualità, in qualsiasi ambito professionale. Nell'ultimo anno e mezzo abbiamo lanciato vari progetti che ci hanno permesso di espanderci sia internamente che esternamente. Senza ombra di dubbio questa è l'esperienza migliore della mia vita. Il team con cui lavoro quotidianamente ha una propria visione di futuro, é rapido e creativo."
 


Se vuoi saperne di più sul mondo dei reseller, dai un'occhiata all'esperienza di uno dei nostri rivenditori, Luis De Gouveia. Puoi inoltre scaricare il nostro ebook gratuito dedicato a tutti coloro che vogliono entrare nel mercato delle applicazioni mobile.
 





Agency Guide Ebook Gratuito







Inserisci la tua email