Come creare un'app per un museo?

Written by on Mercoledì 7 Settembre 2016

Come creare un'app per un museo?
Le app sono utilissime, si sa. Le troviamo ovunque, sempre presenti in ogni momento della nostra giornata. C'è però un settore dove ancora non hanno veramente sfondato: mi riferisco a quello culturale e in modo particolare ai musei. Ricorda infatti che tutto ciò che può essere fatto da una (non proprio ecologica) brochure, può essere tranquillamente fatto anche da un'applicazione mobile. In modo rapido, efficiente e soprattutto a basso costo.
 

Innanzitutto... chi scarica l'app di un museo?

Il proprietario di un'app sa bene che se la sua app non offre niente di 'unico' e non disponibile altrove, 2) se non da incentivi extra a chi la utilizza (regali, ricompense etc...), il ciclo di vita del suo progetto sarà breve. Lo stesso avviene con le app per musei, con la differenza che qui anche il ciclo di vita dell'utente é brevissimo, circoscritto ad una sola occasione.

A differenza infatti di un bar o di un ristorante, normalmente i visitatori non tornano con una certa frequenza. E chi decide tornare, lo fa dopo un lungo periodo di tempo. Per cui la domanda é per quale motivo un utente dovrebbe scaricare l'applicazione di un museo, se alla fine la utilizzerà in un'unica occasione?

Si è vero, si tratta di una missione difficile. Ma con i giusti accorgimenti e l'utilizzo di alcune nuove nostre funzionalità che abbiamo visto funzionare bene in alcune app di questo tipo, ce la si può fare. Avendo magari anche un impatto positivo sul ciclo di vita dell'app. 
 

In primo luogo bisogna dare visibilità all'app e il modo migliore per farlo è la pubblicità. Il posto più indicato dove promuovere un'app per musei è probabilmente un'altra applicazione, di tipo turistico o culturale, magari dedicata al luogo in cui si trova il museo (questo si può fare ad esempio utilizzando un ad server interno, in modo da creare una campagna pubblicitaria ben segmentata). Per indurre poi l'utente a scaricare l'app attraverso un annuncio pubblicitario, utilizza un incentivo, come ad esempio uno sconto.

Una volta che sei riuscito a portare l'utente nello store, è fondamentale avere degli screenshot accattivanti, che mostrino meglio possibile il funzionamento dell'app. Potresti ad esempio mostrare le funzionalità più interessanti, oltre alle sezioni più caratteristiche dal punto di vista grafico.

Vuoi un esempio di app per museo venuta bene? Dai un'occhiata qui!
 

Un tour personalizzato totalmente gratuito

Con un po' di lavoro fatto in anticipo, puoi creare un'esperienza a dir poco spettacolare per i tuoi visitatori. Innanzitutto, con la sezione Mappa, puoi realizzare un percorso che permetta agli utenti di vedere tutte le opere più importanti. Puoi creare diversi itinerari, in base agli interessi o alla durata della visita ad esempio. E se vuoi fare qualcosa di ancora più particolare, prendi in considerazione la tecnologia beacon, la quale permetterà al visitatore del museo di ricevere notifiche con tutte le informazioni più importanti relative alle opere nelle sue vicinanze. Questa può essere un'ottima soluzione per tutti quelli che preferiscono visitare un museo col proprio ritmo e scoprire solo ciò che più gli interessa.
 

Un gruppo di discussione

La spiegazione informativa all'interno di una mostra é necessaria, ma a volte ascoltare anche i pareri di altri utenti può rendere il tutto ancor più interessante. Così ad esempio mediante una sezione Invia i tuoi utenti possono caricare nell'applicazione foto di ciò che stanno vedendo, con magari un loro commento sull'opera. Questo contenuto può essere poi pubblicato, creando un gruppo di discussione.
 

Assistenza ai visitatori con altre necessità

Un'app può inoltre essere utile per garantire l'accessibilità al museo veramente a tutti. Pensa ad esempio al problema della lingua e a come un'app multilingua possa essere la soluzione. In questo modo ci saranno così informazioni in lingue diverse riguardanti ogni opera, facendo in modo che chiunque potrà godersi appieno l'esperienza culturale e comprendere bene il significato delle varie opere.

Pensando poi a tutte quelle persone con disabilità visive, perché non aggiungere poi una sezione Audio che permetta di avere tutte le informazioni sulle opere mediante podcast?
 
Come creare un'app per un museo?

Ricompense esclusive

Per mostrare infine agli utenti la tua gratitudine per la loro partecipazione e attenzione, puoi sfruttare una funzionalità come la Loyalty Card, utilizzando perché no dei bonus di ricompensa. Potresti ad esempio offrire loro uno sconto da utilizzare nel negozio di souvenir del museo. Con una carta fedeltà gli utenti possono inoltre ottenere degli ingressi gratuiti o dei privilegi particolari e farli così tornare a visitare il museo con maggiore frequenza. 

Per cui se hai un museo senza un'app dedicata, mi auguro che questo contributo possa essere stato di ispirazione per la creazione del tuo prossimo progetto.  

Vuoi una mano per iniziare? Scarica il nostro e-book che ti guiderà nei tuoi primi passi nel mondo delle app. Ti aspetta uno sconto speciale!
 





I primi passi per creare la tua app Free E-book






Se invece hai una tua agenzia, pensa bene alle opportunità e ai clienti potenziali che potresti trovare in questo settore. Buona Fortuna!


P.S.: E in questo caso non dimenticare di scaricare il nostro nuovo e-book dedicato ai reseller ;)





Agency Guide Ebook Gratuito







Inserisci la tua email